Testi canzoni

I testi: Caruso e L'anno che verrà di Lucio Dalla e a seguire i testi delle canzoni  di Lucio Battisti

Caruso

Qui dove il mare luccica
e tira forte il vento
su una vecchia terrazza davanti
al golfo di Surriento
un uomo abbraccia una ragazza
dopo che aveva pianto
poi si schiarisce la voce
e ricomincia il canto.
Te voglio bene assaie
ma tanto ma tanto bene sai
è una catena ormai
che scioglie il sangue
dint'e vene sai.
Vide le luci in mezzo al mare
pensò alle notti là in America
ma erano solo le lampare
di una bianca scia di un'elica
sentì il dolore nella musica
si alzò dal pianoforte
ma quando vide la luna
uscire da una nuvola
gli sembrò dolce anche la morte
guardò negli occhi la ragazza
quegli occhi verdi come il mare
poi all'improvviso uscì una lacrima
e lui credette di affogare.
Te voglio bene assaie
ma tanto ma tanto bene sai
è una catena ormai
che scioglie il sangue
dint'e vene sai.
potenza della lirica dove ogni dramma é un falso
Che con un po' di trucco e con la mimica puoi diventare un altro
Ma due occhi che ti guardano
Così vicini e veri
Ti fan scordare le parole confondono i pensieri
Cosi diventa tutto piccolo anche le notti là in America
Ti volti e vedi la tua vita come la scia di un'elica
...ma si è la vita che finisce ma lui non ci penso poi tanto
anzi si sentiva già felice e ricomincio il suo canto
Te voglio bene assaie
Ma tanto ma tanto bene sai
E' una catena ormai
Che scioglie il sangue dint'e vene sai
Te voglio bene assaie
Ma tanto ma tanto bene sai
E' una catena ormai
Che scioglie il sangue dint'e vene sai dint'e vene sai

L'anno che verrà  (la canzone di capodanno per eccellenza) 

Caro amico ti scrivo così mi distraggo un po' e siccome sei molto lontano più forte ti scriverò. Da quando sei partito c'è una grossa novità, l'anno vecchio è finito ormai ma qualcosa ancora qui non va. Si esce poco la sera compreso quando è festa e c'è chi ha messo dei sacchi di sabbia vicino alla finestra, e si sta senza parlare per intere settimane, e a quelli che hanno niente da dire del tempo ne rimane. Ma la televisione ha detto che il nuovo anno porterà una trasformazione e tutti quanti stiamo già aspettando sarà tre volte Natale e festa tutto il giorno, ogni Cristo scenderà dalla croce anche gli uccelli faranno ritorno. Ci sarà da mangiare e luce tutto l'anno, anche i muti potranno parlare mentre i sordi già lo fanno. E si farà l'amore ognuno come gli va, anche i preti potranno sposarsi ma soltanto a una certa età, e senza grandi disturbi qualcuno sparirà, saranno forse i troppo furbi e i cretini di ogni età. Vedi caro amico cosa ti scrivo e ti dico e come sono contento di essere qui in questo momento, vedi, vedi, vedi, vedi, vedi caro amico cosa si deve inventare per poterci ridere sopra, per continuare a sperare. E se quest'anno poi passasse in un istante, vedi amico mio come diventa importante che in questo istante ci sia anch'io. L'anno che sta arrivando tra un anno passerà io mi sto preparando è questa la novità

I testi delle canzoni di Lucio Battisti

7 e 40

mi sono informato c'e' un trenoche parte alle sette e quaranta non hai molto tempo il traffico e' lento nell'ora di punta

ti bastano dieci minuti
per giungere a casa la nostra
la chiave ricordati e' sempre li'
li' sulla finestra
e nel far le valigie ricordati
di non scordare
qualche cosa di tuo che a te
poi mi faccia pensare
e ora basta non stare piu' qui
ti rendi conto anche tu
che noi soffriamo di piu'
ogni istante che passa di piu'
no non piangere
presto presto
presto presto
presto presto vai
da un minuto sei partita e sono solo
sono strano e non capisco cosa c'e'
sui miei occhi da un minuto e' sceso un velo
forse e' solo suggestione
ho paura o chissa' che
e' possibile che abbia fin da ora
gia' bisogno di te
mi sono informato c'e' un volo
che parte alle otto e cinquanta
non ho molto tempo il traffico e' lento
nell'ora di punta
mi bastano dieci minuti
per giungere a casa la nostra
la chiave l'hai messa senz'altro li'
li' sulla finestra
e nel far le valigie stavolta
non devo scordare
di mettere un fiore che adesso
ti voglio comprare
con l'aereo in un'ora son li'
e poi di corsa un taxi
sono certo e'cosi'
quando arrivi col treno mi vedi
non piangere
presto presto
presto presto
presto presto vai
presto presto
presto presto
presto presto fai presto
fai presto piu' presto


Acqua azzurra acqua chiara
Ogni notte a ritornar
per cercarla in qualche bar
domandare: "Ciao che fai"
e poi uscire insieme a lei.
Ma da quando ci sei tu
tutto questo non c'è più...
Acqua azzurra,
acqua chiara
con le mani posso finalmente bere
nei tuoi occhi innocenti
posso ancora ritrovare
il profumo di un amore puro,
puro come il tuo amor.
Ti telefono se vuoi,
non so ancora se c'è lui...
accidenti che farò quattro amici troverò.
Ma da quando ci sei tu
tutto questo non c'è più.
Acqua azzurra, acqua chiara
con le mani posso finalmente bere
nei tuoi occhi innocenti
posso ancora ritrovare
il profumo di un amore puro,
puro come il tuo amor.
Ma da quando ci sei tu
tutto questo non c'è più...
Acqua azzurra, acqua chiara
con le mani posso finalmente bere
nei tuoi occhi innocenti
Son le quattro e mezza ormai,
non ho voglia di dormir
a quest'ora cosa vuoi,
mi va bene pure lei...
Ma da quando ci sei tu
tutto questo non c'è più...
Acqua azzurra,
acqua chiara
con le mani posso finalmente bere
nei tuoi occhi innocenti
posso ancora ritrovare...
Acqua azzurra,
acqua chiara
con le mani posso finalmente bere
nei tuoi occhi innocenti
posso ancora ritrovare...


Amarsi un po'
amarsi un po' e' come bere
piu' facile e' respirare
basta guardarci e poi
avvicinarsi un po'
e non lasciarsi mai impaurire no no
amarsi un po' e' un po' fiorire
aiuta sai a non morire
senza nascondersi manifestandoci
si puo' eludere la solitudine pero'
pero' volersi bene no partecipare
e' difficile quasi come volare
ma quanti
ostacoli e sofferenze poi
sconforti e lacrime per diventare noi
veramente noi
uniti indivisibili
vicini ma irraggiungibili
aiah nanarinina nananinaniri
na nirina aiah nirani pero'
pero' volersi bene no partecipare
e' difficile quasi come volare
(Instrumental)
per diventare noi veramente noi
uniti indivisibili
vicini ma irraggiungibili


Anche per te
per te che e' ancora notte
e gia' prepari il tuo caffe'
che ti vesti senza piu' guardar
lo specchio dietro te
che poi entri in chiesa e preghi piano
e intanto pensi al mondo ormai
per te cosi' lontano
per te che di mattina
torni a casa tua perche'
per strada piu' nessuno a freddo
e cerca piu' di te
per te che metti i soldi
accanto a lui che dorme
e aggiungi ancora un po' d'amore
a chi non sa' che farne
anche per te
vorrei morire ed io morir non so'
anche per te
darei qualcosa che non ho
e cosi',e cosi',e cosi'
io resto qui
a darle i miei pensieri
a darle quel che ieri
avrei affidato al vento
cercando di raggiungere chi...
al vento avvrebbe detto si...
per te che di mattina
svegli il tuo bambino e poi
lo vesti lo accompagni a scuola
e' il tuo lavoro vai
per te che un'errore
ti e' costato tanto
che tremi nel guardare un uomo
e vivi di rimpianto
anche per te
vorrei morire ed io morir non so'
anche per te
darei qualcosa che non ho
e cosi',e cosi',e cosi'
io resto qui
a darle i miei pensieri
a darle quel che ieri
avrei affidato al vento
cercando di raggiungere chi...
al vento avrebbe detto si...


Ancora tu
ancora tu
non mi sorprende lo sai
ancora tu
ma non dovevamo vederci piu'
e come stai
domanda inutile
stai come me
e ci scappa da ridere
amore mio
hai gia' mangiato o no
ho fame anch'io
e non soltanto di te
che bella sei
sembri piu' giovane
o forse sei
solo piu' simpatica
oh io lo so
cosa tu vuoi sapere
nessuna no
ho solo ripreso a fumare
sei ancora tu
purtroppo l'unica
ancora tu
l'incorreggibile
ma lasciarti non e' possibile
no lasciarti non e' possibile
lasciarti non e' possibile
no lasciarti non e' possibile
na na na na
na na na na na na
na na nana
na na na na na na
sei ancora tu
purtroppo l'unica
ancora tu
l'incorreggibile
ma lasciarti non e' possibile
no lasciarti non e' possibile
lasciarti non e' possibile
no lasciarti non e' possibile
disperazione gioia mia
saro' ancora tuo
sperando che non sia follia
ma sia quel che sia
abbracciami amore mio
abbracciami amor mio
che adesso lo voglio anch'io
ancora tu
non mi sorprende lo sai
ancora tu
ma non dovevamo vederci piu'
e come stai
domanda inutile
stai come me
e ci scappa da ridere
na na na na
na na na na
na na na na na
na na na na na
sei ancora tu
purtroppo l'unica


Anna
hai ragione anche tu
cosa voglio di piu'
un lavoro io l'ho
una casa io l'ho
la mattina c'e chi
mi prepara il caffe'
questo io lo so'
e' la sera c'e chi
non sa dir di no..
cosa voglio di piu'
hai ragione tu..
cosa voglio di piu'
cosa voglio..
anna..
voglio
anna
(coro)
(instrumental)
non hai mai visto un uomo piangere
apri bene gli occhi sai
per che' ora lo verdrai
apri bene gli occhi sai
perche' ora lo vedrai..
se tu
non hai mai visto un uomo piangere
guardami
guardami..
anna...
voglio
anna
ho dormito li
tra i capelli suoi
io insieme a lei
ero un uomo
quanti e quanti si
ha gridato lei
quanti non lo sai
ero un uomo
cosa sono ora io
cosa sono mio dio
resta poco di me..
io che parlo con te
io che parlo con te..
io che parlo di te..
di
anna..
voglio
anna
anna..
voglio
anna
anna...
voglio
anna
anna..
voglio
anna.....


Arrivederci a questa sera
arrivederci
a questa sera
almeno spero
di rivederti
quello che hai detto
l'ho gia' scordato
mi piacerebbe
che anche tu
arrivederci
a questa sera
mi spiace tanto
per ieri sera
forse son stato
esagerato
non farci caso
se ancora puoi
la la la arrivederci
la la la arrivederci
che dispiacere
sentirsi soli
voler parlare
e rinunciare
avvicinarsi
per abbracciarsi
e poi fermarsi
restare li
la la la arrivederci...
arrivederci
a questa sera
verso le cinque
passo da scuola
esce il bambino
son li vicino
se vuoi venire
decidi tu
la la la arrivederci
la la la arrivederci
la la la arrivederci
la la la arrivederci...


Aver paura
d'innamorarsi troppo

Aver paura
d'innamorarsi troppo
non dimenticarsi
per non sciupare tutto
non dire niente
per non tradir la mente
e' un leggero dolore
che pero'
io non so piu' sopportare
Non farsi vivo
e non telefonare
parlar di tutto
per non parlar d'amore
cercar di farsi un po desiderare
e' proprio un vero dolore
Abbandonarsi
senza piu' timore
senza fede
nei falliti amori
e non studiarsi ubriacarsi
di fiducia
per uscire finalmente fuori
Aver paura
di confessare tutto
per il pudore
d'innamorarsi troppo
finger che anch'io
le altre donne vedo
E' un leggero dolore
temer di mostrarsi
interamente nudo
E soffocare
la sana gelosia
e controllarsi
non dirsi che sei mia
Voler restare
e invece andar via
e' proprio un vero dolore
Abbandonarsi
senza piu' timore
senza fede
nei falliti amori
e non studiarsi ubriacarsi
di fiducia
per uscire finalmente fuori
per uscire finalmente fuori


Balla Linda
balla linda balla come sai
balla linda non fermarti
balla linda balla come sai
occhi azzurri belli come i suoi
linda forse non li hai
ridi sempre non parli mai d'amore
pero' non sai mentire mai
bella sempre dolce come lei
linda forse tu non sei
tu non dici che resti insieme a me
pero' non mi abbandoni mai
tu non mi lasci mai ti cerco e tu
e tu ci sei
ti cerco e tu mi dai quel che vuoi
non fai come lei
no non fai come lei
tu non prendi tutto quello che vuoi
balla linda balla come sai
balla linda
non fermarti
balla linda balla come sai
occhi azzurri belli come i suoi
linda forse non li hai
ridi sempre non parli mai d'amore
pero' non sai mentire mai
tu non mi lasci mai
ti cerco e tu mi dai quel che vuoi
non fai come lei
no non fai come lei
tu non prendi tutto quello che vuoi
balla linda balla come sai
balla linda
non fermarti
balla linda balla come sai
balla linda balla come sai
balla linda
non fermarti
balla linda balla come sai


Comunque bella
tu...vestita di fiori
o di fari in citta'
con la nebbia o i colori
cogliere le rose a piedi nudi e poi...
con la sciarpa stretta al collo bianca
come mai...
uh,na,na,na,na...
...ma eri bella...
...bella...
...comunque bella...
quando l'arcobaleno...
era in fondo ai tuoi occhi...
quando sotto al tuo seno...
l'ira avvelenava il cuore tuo perche'
tu vedevi un'altra donna avvicinarsi
a me prima ancora che io capissi
e riscegliessi te
tu,uh,uh,uh...
eri bella...
...bella...
...comunque bella...
anche quando un mattino
tornasti vestita di pioggia
con lo sguardo stravolto
da una notte d'amore...siediti qui'
non ti chiedo perdono perche'
tu sei un'uomo...
coi capelli bagnati
(so' che capirai)
con quei segni sul viso
(mi spiace da morire sai)
coi tuoi occhi arrossati
mentre tu mentivi e mi dicevi che
ancora piu' di prima tu amavi me
tu,uh,uh,uh...
eri bella...
...bella...
...comunque bella...


La canzone del sole
le bionde trecce
gli occhi azzurri e poi
le tue calzette rosse
e l'innocenza sulle gote tue
due arance ancor piu' rosse
e la cantina buia dove noi
respiravamo piano
e le tue corse l'eco dei tuoi no o no
mi stai facendo paura
dove sei stata cosa hai fatto mai
una donna donna dimmi
cosa vuol dir sono una donna ormai
ma quante braccia ti hanno stretto
tu lo sai per diventar quel che sei
che importa tanto
tu non me lo dirai purtroppo
ma ti ricordi l'acqua verde e noi
le roccie bianche al fondo
di che colore sono gli occhi tuoi
se me lo chiedi non rispondo
o mare nero o mare nero o mare ner
tu eri chiaro e trasparente come me
o mare nero o mare nero o mare ner
tu eri chiaro e trasparente come me
le biciclette
abbandonate sopra il prato e poi
noi due distesi all'ombra
un fiore in bocca puo' servire sai
piu' allegro tutto sembra
e d'improvviso quel silenzio fra noi
e quel tuo sguardo strano
ti cade il fiore dalla bocca e poi
ho no ferma ti prego la mano
dove sei stata cosa hai fatto mai
una donna donna dimmi
cosa vuol dir sono una donna ormai
io non conosco quel sorriso
sicuro che hai non so chi sei
non so piu'chi sei
mi fai paura oramai purtroppo
ma ti ricordi le onde grandi e noi
gli spruzzi e le tue risa
cos'e' rimasto
in fondo agli occhi tuoi
la fiamma e' spenta o e' accesa
o mare nero o mare nero o mare ner
tu eri chiaro e trasparente come me
o mare nero o mare nero o mare ner
tu eri chiaro e trasparente come me
no il sole quando sorge
sorge piano e poi
la luce si diffonde
e tutto intorno a noi
le ombre ed i fantasmi della notte
sono alberi e cespugli ancora in fiore
sono gli occhi di una donna
ancora pieni d'amore


La collina dei ciliegi
E se davvero
tu vuoi vivere
una vita luminosa e
piu' fragrante
cancella con
coraggio
quella supplica
dagli occhi
troppo spesso
la saggezza e'
solamente
la prudenza
piu' stagnante
e quasi sempre
dietro la collina
e' il sole
ma perche'
tu non ti vuoi
azzurra e lucente
ma perche'
tu non vuoi
spaziare con me
volando intorno alla
tradizione
come un un colombo
ad un pallone
frenato e con un
colpo di becco
ben aggiustato
forarlo e lui giu'
giu'... giu'...
e noi...
ancora, ancor
piu' su'
planando
sopra boschi
di braccia tese
un sorriso
che non ha
ne' piu' un volto
ne' piu' un' eta'
e respirando brezze
che dilagano
su terre senza
limiti e confini
ci allontaniamo e poi
ci ritroviamo
piu' vicini
e piu' in alto
e piu' in la'
chiudi gli occhi un
istante
ora figli
dell'immensita'
se segui
la mia mente
se segui
la mia mente
abbandoni facilmente
le antiche gelosie
ma non ti accorgi
che e' solo la paura
che incrina e uccide
il sentimento
le anime non
hanno sesso
ne' sono mie
no non temere
tu non sarai
preda dei venti
ma perche'
non mi dai
la tua mano perche'
potremmo correre
sulla collina
e fra i ciliegi
veder la mattina
che giorno...
e dando un
calcio ad un sasso
residuo d'inferno
farlo rotolar giu' giu'... giu'...
e noi...
ancora, ancor
piu' su'
planando
sopra boschi
di braccia tese
un sorriso
che non ha
ne' piu' un volto
ne' piu' un' eta'
e respirando brezze
che dilagano
su terre senza
limiti e confini
ci allontaniamo e poi
ci ritroviamo
piu' vicini
e piu' in alto
e piu' in la'
ora figli
dell'immensita'.


La compagnia
mi sono alzato
mi son vestito
e sono uscito
solo, solo per la strada
ho camminato a lungo senza meta
finche' ho sentito cantare in un bar
finche' ho sentito cantare in un bar
canzoni e fumo
ed allegria
io ti ringrazio sconosciuta compagnia
non so nemmeno
chi e' stato a darmi un fiore
ma so che sento piu' caldo il mio cuor
so che sento piu' caldo il mio cuor
felicita' ...
ti ho perso ieri ed oggi ti ritrovo gia
tristezza va ...
una canzone il tuo posto prendera'
abbiam bevuto
e poi ballato
e mai possibile
che ti abbia gia' scordato?
eppure ieri morivo di dolore
ed oggi canta di nuovo il mio cuor
oggi canta di nuovo il mio cuor
felicita' ...
ti ho perso ieri ed oggi ti ritrovo gia
tristezza va ...
una canzone il tuo posto prendera'
orchestra
solo sax
felicita' ...
ti ho perso ieri ed oggi ti ritrovo gia
tristezza va ...
una canzone il tuo posto prendera'
una canzone il tuo posto
prendera'.


La luce dell'est
La nebbia che respiro ormai
si dirada perché davanti a me
un sole quasi bianco sale ad est
La luce si diffonde ed io
questo odor di funghi faccio mio
seguendo il mio ricordo verso est
Piccoli stivali e sopra lei
una corsa in mezzo al fango e ancora lei
poi le sue labbra rosa e infine noi
Scusa se non parlo ancora slavo
mentre lei che non capiva disse bravo
e rotolammo fra sospiri e "da"
na na na na na na na na na na na na na na
Poi seduti accanto in un'osteria
bevendo un brodo caldo che follia
io la sentivo ancora profondamente mia
Ma un ramo calpestato ed ecco che
ritorno col pensiero.
E ascolto te
il passo tuo
il tuo respiro dietro me
A te che sei il mio presente
a te la mia mente
e come uccelli leggeri
fuggon tutti i miei pensieri
per lasciar solo posto al tuo viso
che come un sole rosso acceso
arde per me. .
Le foglie ancor bagnate
lascian fredda la mia mano e più in là
un canto di fagiano sale ad est
qualcuno grida il nome mio
smarrirmi in questo bosco volli io
per leggere in silenzio un libro scritto ad est
Le mani rosse un poco ruvide
la mia bocca nell'abbraccio cercano
il seno bianco e morbido tra noi
Dimmi perché ridi amore mio
proprio così buffo sono io
la sua risposta dolce non seppi mai!
L'auto che partiva e dietro lei
ferma sulla strada lontano ormai
lei che rincorreva inutilmente noi
Un colpo di fucile ed ecco che
ritorno col pensiero
e ascolto te
il passo tuo
il tuo respiro dietro me .
A te che sei il mio presente
a te la mia mente
e come uccelli leggeri
fuggon tutti i miei pensieri
per lasciar solo posto al tuo visoche come un sole rosso accesoarde per me. .
per lasciar solo posto al tuo visoche come un sole rosso accesoarde per me. .


La metro eccetera
la metro dei riflessi
gli sguardi verso il vetro
gli appositi sostegni verticali
le mani che fatali
li discendono
e quelli orizzontali in alto
i polsi e gli orologi
viaggiano da soli
la metro i seduti di fronte
sono semplicemente gli avanzati
dal viaggio precedente
che andava dove vanno
tutti i presentimenti eccetera
in un soffio di porta, fa' l'ingresso
la bella incatenata a testa alta
invece i viaggiatori
sono entrati
col capo chino
e l'umilta' dei frati
bella incatenata dai suoi
stessi ormeggi
la cinghia della borsa
e stringhe e moscie e fasce
di camoscio e stratagemmi
dei morbidi tormenti d'organzino
si fa la trigonometria
nei finestrini corrispondenti
agli occhi alessandrini
di lei che guarda fissa un suo sussulto
fuso nel vetro
che le ricorda tanto
un suo sussulto
la metro piomba nella, galleria
come un eccetera eccetera
e continua tremante
per andar di lettura
da un attico mittente
tutta giu' a fendente
e piu' di tutti
il giornale, il giornale
che ha successo una scritta
in caso di necessita' rompere il vetro
e tutti i trasgressori saranno
eccetera,
la metro si avvicina
alla stazione prossima e rallenta
i posti a sedere
ad occhio e croce
diciamo trentasei
le scale sono mobili
ma le pareti no
e fermi i corridoi
la folla passa e sale
la metro accellera...
eccetera, eccetera...
e puntini di sospensione...


Prendila così
prendila cosi',
non possiamo farne un dramma
conoscevi gia' mi hai detto
i problemi miei di donna
certo che lo so', certo che lo so'
non ti preoccupare,
tanto avro' da lavorare
forse e' tardi e rincasare vuoi
no che non vorrei,
io sto bene in questo posto
no che non vorrei,
questa sera e' ancora presto
ma che sciocca sei, ma che sciocca sei
a parlar di rughe,
a parlar di vecchie streghe
meno bella certo non sarai!
e siccome e' facile incontrarsi,
anche in questa grande citta'
e tu sai che io potrei purtroppo,
non esser piu' solo
cerca di evitare tutti i posti
che frequento e che conosci anche tu
nasce l'esigenza di sfuggirsi,
per non ferirsi di piu'.
lasciami giu' qui,
e' la solita prudenza
loro senza me, mi hai detto
e' un problema di coscienza
certo che lo so', certo che lo so'
non ti preoccupare,
tanto avro' da lavorare
forse e' tardi e rincasare vuoi
no che non vorrei,
io sto bene in questo posto
no che non vorrei,
dopo corro e faccio presto...
forse e' tardi e rincasare vuoi
e siccome e' facile incontrarsi,
anche in questa grande citta'
e tu sai che io potrei
purtroppo, anzi spero
non essere piu' solo
cerca di evitare tutti i posti
che frequento e che
conosci anche tu
nasce l'esigenza di sfuggirsi,
per non ferirsi di piu'.
prendila cosi',
non possiamo farne un dramma...


prigioniero del mondo
avere nelle scarpe
la voglia di andare
avere negli occhi la voglia
di guardare
e invece restare
prigionieri di un mondo
che ci lascia soltanto sognare
solo sognare
se non ci fossi tu
io me ne andrei
hei hei hei hei
se non ci fossi tu
io non sarei
prigioniero del mondo
avere nel cuore
una voglia di amare
avere nella gola una voglia
di gridare e chiudersi dentro
prigionieri di un mondo
che si lascia soltanto sognare
solo sognare
se non ci fossi tu
io me ne andrei
hei hei hei hei
se non ci fossi tu
io partirei
non sarei pregioniero
di nessuno e di niente
non sarei tra la gente
un uomo che fa
quel che sente
hei hei hei hei
oh no,
se non ci fossi tu
io me ne andrei
hei hei hei hei no
se non ci fossi tu io non sarei
prigioniero del mondo.


Uno in più
una voce sta cantando
ma son pochi ad ascoltare
i gabbiani stan gridando
per poterla soffocare
altre voci piano piano
stan crescendo da lontano
se quel canto vuoi seguire
puoi cantare
e così tu sarai
uno in più con noi
e così tu sarai
uno in più con noi
lungo spiagge sconosciute
siamo in tanti a camminare
con le lacrime negli occhi
con il sole dentro al cuore
se sei stanco di lottare
vieni qui a riposare
se non sai più cosa fare
puoi cantare
e così tu sarai
uno in più con noi
e così tu sarai
uno in più con noi
mentre il mare sta a guardare
continuiamo a camminare
come tanti burattini
con le facce da bambini
se sei stanco di lottare
siedi qui a riposare
se non sai più cosa fare
puoi cantare
e così tu sarai
uno in più con noi
e così tu sarai
uno in più con noi
e così tu sarai
uno in più con noi
e così tu sarai
uno in più
con noi


Un uomo che ti ama
Ah! Donna tu sei mia,
e quando dico mia,
dico che non vai più via
è meglio che rimani qui
a far l'amore insieme a me!
Il vestito trasparente come
la tua bella fronte... Oh no!
L'offerta del tuo seno orgoglio
dell'animale sano... Oh no!
Quell'aria da straniera che mi
mette ogni volta un po' paura
e l'ammirazione che scateni
che ti rende sempre più sicura
Diventano coltelli, supposizioni
folli quando è sera!
Ah! Donna tu sei mia,
e quando dico mia,
dico che non vai più via
è meglio che rimani qui
a far l'amore insieme a me!
È meglio un uomo solo,
per tutti anche per te,
un uomo che ti ama
La tenerezza prende il posto
dell'amore... oh no!
E l'emozione il sopravvento
sulla ragione! Oh no!
E in questa confusione
tu sei smarrita!
E dando a tutti niente
ti sei svuotata.
E non riesci più a capir
nemmeno di chi sei innamorata.
Ah! Donna tu sei mia,
e quando dico mia,
dico che non vai più via
è meglio che rimani qui
a far l'amore insieme a me!
È meglio un uomo solo,
per tutti anche per te,
un uomo che ti ama


29 Settembre
Seduto in
quel caffe'
io non pensavo a te.
Guardavo il
mondo che
girava intorno a me.
Poi d'improvviso
lei sorrise
e ancora prima
di capire mi trovai
sotto braccio a lei
stretto come
se non ci fosse
che lei.
Vedevo solo lei
e non pensavo a te.
E tutta la citta'
correva incontro a
noi. Il buio ci
trovo' vicini
un ristorante e poi
di corsa a ballar
sotto braccio a lei
stretto verso
casa abbracciato a
lei quasi come se non ci
fosse che quasi come se non ci
fosse che lei.
Mi son svegliato e
e sto pensando a te.
Ricordo solo che,
che ieri non
eri con me...
Il sole ha cancellato
tutto di colpo
volo giu' dal letto e
corro li'
al telefono e parlo
rido e tu,
tu non sai perche'
t'amo, t'amo e tu,
tu non sai perche'.
parlo rido e tu,
tu non sai perche'.
t'amo, t'amo e tu,
tu non sai perche'.
parlo, rido e tu,
tu non sai perche'.
t'amo, t'amo e tu,
tu non sai perche'
parlo, rido e tu,
tu non sai perche'.
t'amo, t'amo e tu,
tu non sai perche'.
parlo, rido e tu,
tu non sai perche'.
t'amo, t'amo e tu,
tu non sai perche'.
parlo, rido e tu,
tu non sai perche'.
t'amo, t'amo e tu,
tu non sai perche'.
parlo, rido e tu,
tu non sai perche'.
t'amo, t'amo e tu,
tu non sai perche'.
parlo, rido e tu,
tu non sai perche'.
t'amo, t'amo e tu,
tu non sai perche'.
parlo, rido e tu,
tu non sai perche'.


Con il nastro rosa


inseguendo una libellula in un prato
un giorno che avevo rotto col passato
quando gia' credevo di esserci riuscito
son caduto
una frase sciocca
un volgare doppiosenso
mi ha allarmato non e' come io la penso
ma il sentimento era gia'
un po' troppo denso
e son restato
chissa' chi sa chi sei
chissa' che sarai
chissa' che sara' di noi
lo scopriremo solo vivendo
comunque adesso ho un po' paura
ora che quest'avventura
sta diventando una storia vera
spero tanto tu sia sincera
un magazzino che contiene tante casse
alcune nere alcune gialle alcune rosse
dovendo scegliere e studiare
le mie mosse
sono all'impasse
mi sto accorgendo che son giunto
dentro casa
con la mia cassa ancora
con il nastro rosa
e non vorrei aver sbagliato
la mia spesa
o la mia sposa
chissa' chi sa chi sei
chissa' che sarai
chissa' che sara' di noi
lo scopriremo solo vivendo
comunque adesso ho un po' paura
ora che quest'avventura
sta diventando una storia vera
spero tanto tu sia sincera
chissa' chi sei
chissa' chi sei
chissa' chi sei
chissa' chi sei
chissa' chi sei
chissa' chi sei
chissa' chi sei
chissa' chi sei


Dieci ragazze
ho visto un uomo che moriva per amore
ne ho visto un altro che piu' lacrime
non ha
nessun coltello mai
ti puo ferir di piu'
di un grande amore che ti
stringe il cuor
dieci ragazze per me posson bastare
dieci ragazze per me
voglio dimenticare
capelli biondi da accarezzare
e labbra rosse sulle quali morire
dieci ragazze per me solo per me
una la voglio perche' sa bene ballare
una la voglio perche'
ancor non sa cosa vuol dir l'amore
una soltanto perche'
ha conosciuto tutti tranne me
dieci ragazze cosi'
che dicon solo di si
vorrei sapere chi ha detto
che non vivo piu' senza te
matto quello e' proprio matto perche'
forse non sa
che posso averne una per il giorno
una per la sera
pero' quel matto mi conosce perche' ha
detto una cosa vera
dieci ragazze per me posson bastare
dieci ragazze per me
io voglio dimenticare
capelli biondi da accarezzare
e labbra rosse sulle quali morire
dieci ragazze cosi'
che dicon solo di si
vorrei sapere chi ha detto
che non vivo piu' senza te
matto quello e' proprio matto perche'
forse non sa
che posso averne una per il giorno
una per la sera
pero' quel matto mi conosce perche' ha
detto una cosa vera
dieci ragazze per me
dieci ragazze per me
dieci ragazze per me
pero' io muoio per te
pero' io muoio per te
pero' io muoio per te


Dio mio no
Io sto già tramando d'amore lei viene qui questa sera
è solo una questione di ore
spero di non morire vedendola entrare
potremmo restare soli
Ho messo il vino nel frigo cuoce sul fuoco il sugo
il macellaio dovrebbe arrivare
dovrebbe portare bistecche e caviale
ma un dubbio m'assale
lei verrà o non verrà lei verrà o non verrà
non verrà non verrà non verrà non verrà
non verrà non verrà non verrà non verrà
Dio mio no Dio mio no dimmi solo che verrà
Dio mio no Dio mio no dimmi solo che verrà
Dio mio no!
Le voglio sfiorare i capelli col respiro del mio cuore
le voglio accarezzare le mani con sguardi leggeri
con frasi d'amore, d'amore, d'amore,
d'amore, d'amore
Ah! Eh! Il campanello grida ti amo
apro e stringo già la sua mano
poi la guardo mentre cammina mentre siede vicina
intanto che mangia di gusto la carne il caviale ed il resto Eh! Ah ! Ah! Dopo aver mangiato la frutta
si alza e chiede dove c'è il letto
poi scompare dietro la porta
la sento mi chiama la vedo in pigiama
e lei si avvicina vicina e lei si avvicina
vicina vicina vicina vicina vicina
Dio mio no Dio mio no Cosa fai? Che cosa fai?
Dio mio no, Eh! Cosa fai? Che cosa fai?
Cosa fai? Che cosa fai? Cosa fai?
Cosa fai che cosa fai? Cosa fai? Fai... Fai...
Dio mio no oh oh! No no no no no no a ye eh
three for eh ui ah ah
one two three for ah


Dolce di giorno
Dolce di giorno,
fredda di sera
si', tu ogni volta
cambi bandiera.
Ho gia' deciso
che questa e'
l'ultima volta
che esco con te.
Tu sei come una
torta di panna
montata tutta
contenta di non
essere stata
mangiata. Ho gia'
deciso che questa
e' l'ultima volta
che esco con te.
Io ti ho dato il
Mio cuore che cosa
mi hai dato tu
mi hai fatto
solo promesse
e niente di piu'.
Quando c'e' il sole
tu parli d'amore,
poi quando e' sera
sei una statua di cera.
Ho gia' deciso
che questa e'
l'ultima volta
che esco con te.
Ho gia' deciso
che questa e'
l'ultima volta
che esco con te.
L'ultima voltache esco con te


Don Giovanni
Non penso quindi tu sei
questo mi conquista
L'artista non sono io
sono il suo fumista
Son santo

mi illumino
ho tanto di stimmate
Segna e depenna Ben-Hur
sono Don Giovanni
rivesto quello che vuoi
son l'attaccapanni
Poi penso che t'amo
No anzi che strazio
Che ozio nella tournee
di mai più tornare
nell'intronata routine
del cantar leggero
l'amore sul serio
E scrivi
Che non esisto quaggiù
che sono l'inganno
Sinceramente non tuo
(sinceramente non tuo)
qui Don Giovanni ma tu
dimmi chi ti paga


Due mondi
l'universo che respira
e sospinge la tua sfera
e la luce che ti sfiora
cosa vuoi?
voglio te, una vita.
far l'amore nelle vigne.
cade l'acqua ma non mi spegne.
voglio te.
oltre il monte
c'e' un gran ponte.
una terra senza serra,
dove i frutti son di tutti.
non lo sai?
voglio te, una vita.
far l'amore nelle vigne.
cade l'acqua ma non mi spegne.
voglio te.
e' una vela la mia mente
prua verso l'altra gente
vento, magica corrente
quanto amore!
voglio
te, una vita.
far l'amore nelle vigne.
cade l'acqua ma non mi spegne.
voglio te.
ma tu non cambi mai.
un braccio, che altro vuoi?
un' ora me la dai.
l'amore e' qualcosa di piu'
del vino, del sesso che tu
prendi e dai.
sarei una cosa tua?
amore, gelosia
amor di borghesia.
da femmina latina
a donna americana
non cambia molto... sai?
voglio te,
e' una vela la mia mente
prua verso l'altra gente.
vento, magica corrente...
vento, magica corrente..


E penso a te
io lavoro e penso a te,
torno a casa e penso a te,
io telefono e intanto
penso a te
come stai, e penso a te
dove andiamo e penso a te
le sorrido, abbasso gli occhi
e penso a te
non so con chi adesso sei,
non so' che cosa fai
ma so' di certo a cosa
stai pensando
e' troppo grande la
citta'
per due che come noi
non sperano pero'
si stan cercando...cercando
scusa e' tardi, e penso a te
ti accompagno, e penso a te
non son stato divertente e penso a te
sono al buio, e penso a te
chiudo gli occhi, e penso a te
io non dormo e...penso a te
non so con chi adesso sei,
non so' che cosa fai
ma so' di certo a cosa
stai pensando
e' troppo grande la citta'
per due che come noi
non sperano pero'
si stan cercando...cercando
scusa e' tardi, e penso a te
ti accompagno, e penso a te
non son stato divertente e
penso a te
sono al buio, e penso a te
chiudo gli occhi, e penso a te io non dormo e...penso a te


Emozioni
Seguir con gli occhi un airone sopra il fiume e poi
ritrovarsi a volare
e sdraiarsi felice sopra l'erba ad ascoltare
un sottile dispiacere
E di notte passare con lo sguardo la collina per scoprire
dove il sole va a
dormire
Domandarsi perche' quando cade la tristezza
in fondo al cuore
come la neve non fa rumore
e guidare come un pazzo a fari spenti nella notte
per vedere
se poi e' tanto difficile morire
E stringere le mani per fermare
qualcosa che
e' dentro me
ma nella mente tua non c'e'
Capire tu non puoi
tu chiamale se vuoi
emozioni
tu chiamale se vuoi
emozioni
Uscir dalla brughiera di mattina
dove non si vede ad un passo
per ritrovar se stesso
Parlar del piu' e del meno con un pescatore
per ore ed ore
per non sentir che dentro qualcosa muore
E ricoprir di terra una piantina verde
sperando possa
nascere un giorno una rosa rossa
E prendere a pugni un uomo solo
perche' e' stato un po' scortese
sapendo che quel che brucia non son le offese
e chiudere gli occhi per fermare
qualcosa che
e' dentro me
ma nella mente tua non c'e'
Capire tu non puoi
tu chiamale se vuoi
emozioni
tu chiamale se vuoi
emozioni


Fiori rosa fiori di pesco
fiori rosa fiori di pesco
c'eri tu
fiori nuovi stasera esco
ho un anno di piu'
stessa strada stessa porta
scusa
se son venuto qui questa sera
da solo non riuscivo a dormire perche'
di notte ho ancor bisogno di te
fammi entrare per favore
solo credevo di volare e non volo
credevo che l'azzurro dei tuoi occhi
per me
fosse sempre cielo: non è
fosse sempre cielo: non è
posso stringerti le mani
come sono fredde tu tremi
no non sto sbagliando mi ami
dimmi che e' vero
dimmi che e' vero
dimmi che e' vero
dimmi che e' vero
dimmi che noi non siamo stati
mai lontani
ieri era oggi oggi e' gia' domani
dimmi che e' ve'
scusa credevo proprio che fossi sola
credevo non ci fosse nessuno con te
oh scusami tanto se puoi
signore chiedo scusa anche a lei
ma io ero proprio fuori di me
io ero proprio fuori di me
quando dicevo:
posso stringerti le mani
come sono fredde tu tremi
no non sto sbagliando mi ami
dimmi che e' vero
dimmi che e' vero
dimmi che e' vero vero vero vero
dimmi che e' vero
dimmi che e' vero
dimmi che e' vero
dimmi che e' vero
dimmi che e' vero che e' vero
che e' vero


I giardini di marzo
il carretto passava e quell'uomo
gridava gelati
al ventuno del mese i nostri soldi
erano gia' finiti
io pensavo a mia madre
e rivedevo i suoi vestiti
il piu' bello era nero coi fiori
non ancora appassiti
all'uscita di scuola i ragazzi
vendevano i libri
io restavo a guardarli cercando
il coraggio per imitarli
poi sconfitto tornavo a giocar
con la mente e i suoi tarli
e la sera al telefono tu mi chiedevi
perche' non parli uh uh
che anno e'
che giorno e'
questo e' il tempo
di vivere con te
le mie mani come vedi non tremano piu'
e ho nell'anima
in fondo all'anima cieli immensi
e immenso amore
e poi ancora ancora amore amor per te
fiumi azzurri e colline e praterie
dove corrono dolcissime
le mie malinconie
l'universo
trova spazio
dentro me
ma il coraggio di vivere quello
ancora non c'e'
i giardini di marzo si vestono
di nuovi colori
e le giovani donne in quel mese vivono
nuovi amori
camminavi al mio fianco e ad un tratto
dicesti tu muori
se mi aiuti son certa che io
ne verro' fuori
ma non una parola chiari'
i miei pensieri
continuai a camminare lasciandoti
attrice di ieri uh uh
che anno e'
che giorno e'
questo e' il tempo
di vivere con te
le mie mani come vedi non tremano piu'
e ho nell'anima
in fondo all'anima cieli immensi
e immenso amore
e poi ancora ancora amore
amor per te
fiumi azzurri e colline e praterie
dove corrono dolcissime
le mie malinconie
l'universo trova spazio dentro me
ma il coraggio di vivere quello ancora non c'e'


La mia canzone per Maria
sento una canzone dolce
in fondo al cuor
quando penso a maria
sento una canzone una canzone d'amor
quando penso a maria
alzo il mio bicchiere rosso
brindo a te.
sento una canzone una canzone d'amor
quando penso a maria
alzo il mio bicchiere rosso
brindo a te.
sento che la mente mia si accende
questa notte il vento portera'con se'
la mia canzone per maria
sento una canzone dolce
sento che la mente mia si accende
questa notte il vento portera'con se'
la mia canzone per maria
sento una canzone dolce
in fondo al cuor
quando penso a rosa
sento una canzone una canzone d'amor
quando penso a rosa.
in fondo al cuor
quando penso a rosa
sento una canzone una canzone d'amor
quando penso a rosa.
alzo il mio bicchiere rosso brindo a te
sento che la mente mia si accende
questa notte il vento portera'con se'
la mia canzone per rosa
alzo il mio bicchiere rosso brindo a te
sento che la mente mia si accende
questa notte il vento portera'con se'
la mia canzone per rosa
quanti volti
quanti dubbi
ha l'amore
per tutti
quanti volti
quanti dubbi
ha l'amore
per tutti
una canzone
sentiro.o.o.
sento una canzone dolce
infondo al cuor
una canzone
sentiro.o.o.
sento una canzone dolce
infondo al cuor
quando penso a maria
sento una canzone una canzone d'amor
quando penso a rosa
alzo il mio bicchiere rosso
quando penso a maria
sento una canzone una canzone d'amor
quando penso a rosa
alzo il mio bicchiere rosso
brindo a noi
sento che la mente mia si accende
brindo a noi
sento che la mente mia si accende
questa notte il vento portera'con se'
la mia canzone per maria
la mia canzone per rosa
la mia canzone per maria
la mia canzone per rosa
la mia canzone per rosa
la mia canzone per maria
la mia canzone per rosa
questa notte il vento portera' con se
la mia canzone per maria
la la la la la la la la la la la la
questa notte il vento portera' con se
la mia canzone per maria
la la la la la la la la la la la la


Luci ah
Oggi è stata gran festa in paese
si lo so
ma non per questo si brucian le chiese
no no no
la botte era grande il vino era buono
lo sai anche tu
ti è tanto piaciuto che ci hai fatto il bagno
non farlo mai più
la tua veste colore di fuoco
è molto bella però
troppo a lungo là sul campanile
sventolò
gli indumenti di pizzo ricaman la pelle
ma mi sembra che tu
questa sera al chiaror delle stelle
non li avevi più
Luci luci
di solito così non si fa
luci luci
Luci luci
di solito così non si fa
luci luci
Tu sapevi che il curato ogni giorno
prega sempre per te
ma perchè l'hai legato a lui intorno
hai ballato perchè
quando il figlio del tuo macellaio
ti ha chiesto in sposa tu_a lui
non dovevi rispondere che
una bistecca non sei
e siam d'accordo con te
devi decidere tu
il fidanzato che vuoi
comunque esageri un pò
con la richiesta che fai
provarli tutti non puoi
Luci luci
di solito così non si fa
luci luci
Luci luci
di solito così non si fa
luci luci
Luci luci
luci luci
Ho l'impressione che se non smetti
all'inferno forse tu finirai
ma se non altro quel luogo
più allegro ed umano renderai
Di solito così non si fa
luci luci
Luci luci
di solito così non si fa
luci luci
Luci luci
luci luci
Luci luci
luci luci luci
luci luci luci


Ma è un canto brasilero
Io non ti voglio piu' vedere
mi fai tanto male
con quel sorriso professionale
sopra a un cartellone di sei metri
od attaccata sopra a tutti i vetri
Non ti voglio piu' vedere cara
mentre sorseggi un'aranciata amara
con l'espressione estasiata
di chi ha raggiunto finalmente
un traguardo nella vita
Io non ti voglio piu' vedere
sul muro davanti ad un bucato
dove qualcuno c'ha disegnato
pornografia a buon mercato
Oh no non ti voglio vedere
intanto che cucini gli spaghetti
con pomodori peso verita' tre etti
mentre un imbecille
entrando dalla porta
grida un evviva con la bocca aperta
Col dentifricio pure trasparente
dove ti fanno dire
che illumina la mente
e mentre indossi un super super
super reggiseno
per casalinga tutta veleno
E mentre parli insieme
a una semplice comparsa
vestito da dottore che brutta farsa
Ti fanno alimentare l'ignoranza
fingendo di servirsi
della scienza
Oh no
Ah ma e' un canto brasileiro
Ah ma e' un canto brasileiro
Ah ma e' un canto brasileiro
Eppure non sei meno bella
in casa senza cerone
non dico che sei una rosa
sarei un trombone
ma ti vorrei vedere
qualche volta in bikini
senza sfondi di isole lontane
e restare un po' vicini
Io ti vorrei vedere mentre
cogli l'insalata dell'orto
che vorrei aver coltivato
prima di essere morto
Oh no
Anche se guadagni
centomila lire al giorno
non ti puoi scordare che la vita
e' andata e ritorno
Oh no no oh no
Non ti voglio vedere
i giorni e le sere
ti capiro' se un altro uomo
un giorno vorrai
ma consumare la tua vita
cosi' non puoi
Non puoi partecipare a quella storia
dove racconti che la benzina
quasi quasi quasi purifica l'aria
sara' al mentolo l'ultima scoria
Fotografata insieme a dei bambini
che affidi al fosforo dei formaggini
Ah ma e' un canto brasileiro
Ah ma e' un canto brasileiro


Maledetto gatto
Elegante contenuto
un po' ironico
garbato
misterioso
interessato
imbroglione subdolo
matto
maledetto
di un gatto
maledetto
di un gatto
indifeso ma per
gioco
dolce caro
sempre amico
un poeta ma per poco
giusto per
un platonico ricatto
maledetto
di un gatto
maledetto
di un gatto
giovane mio amore
quanto ingenua
non lo so,
ti vorrei avvisare
ma far questo
non si puo'
paternalista
a questo punto
non divento no,
potresti ridere
tu disturbi
vuoi scherzare
e' un grandissimo
piacere
puoi unirti
a noi a mangiare
un intruso ma chi
l'ha mai detto
maledetto
di un gatto
maledetto
di un gatto
abbiam tempo
per star soli
solo un whisky
forza sali
ma tutt'altro
ci consoli
bravo e' vero
andarsene e' brutto
maledetto
di un gatto
maledetto
di un gatto
giovane mio amore
quanto ingenua
non lo so
ti vorrei avvisare
ma far questo
non si puo'
paternalista
a questo punto
non divento no,
potresti ridere
quindi maledetto
gatto
tu continua a far
le fusa
se per caso
lei e' confusa
riuscirai
a mangiarmi
nel piatto
maledetto
di un gatto
maledetto
di un gatto
maledetto
di un gatto
maledetto
di un gatto


Questione di cellule
Probabilmente mio Papa'
insieme a mia mamma chi lo sa
desideravano non me
ma un altro bambino
Un arrivato un costruttore
un presidente da onorare
un uomo comunque
da invidiare
un altro bambino
Eh no e no
non e'questione di cellule
ma della scelta che si fa
la mia e'di non vivere a meta'
io comunque
io comunque vada
sia molto in alto
che nella strada
ah ah ah ah ah ah
Sicuramente anche lei
anche se non l'ha detto mai
desiderava meno guai
un altro uomo
Un uomo tranquillo
su cui contare
che si lasciasse
un po' guidare
un po' piu' facile da capire
un altro uomo.
Eh no e no
non e' questione di cellule
ma della scelta che si fa
la mia e' di non vivere a meta'
io comunque io
comunque vada
sia molto in alto
che nella strada
Na na na na na na na na
E certamente c'e' qualcuno
o forse molti o nessuno
che fa programmi su di me
per il futuro.
Un altro discorso inaugurale
o un importante funerale
che possa razionalizzare
il mio futuro.
Eh no e no,
non e'questione di cellule
ma della scelta che si fa
la mia e'di non vivere a meta'
io comunque io
comunque vada
sia molto in alto
che che nella strada
ah ah ah


Respirando
Respirando
la polvere dell'auto che ti porta via
mi domando
perche' piu' ti allontani e piu' mi sento mia
Respirando
il primo dei ricordi che veloce appare
sto fumando mentre entri nel cervello e
mi raggiungi il cuore
Proprio in fondo al cuore
senza pudore
per cancellare
anche il piu' antico amore
Respirandoti
io corro sulla strada senza piu' frenare
respirandoti
sorpasso sulla destra e vedo un gran bagliore
Lontano una sirena e poi nessun rumore
Lasciarti e' fra i dolori quel che fa piu' male
Fra tanta gente nera una cosa bella
tu al funerale
(segue vocalizzato)
Respirando
pensieri un po' nascosti mentre prendi il sole
ti stai accorgendo
che un uomo vale un altro sempre no non vale
Respirando piu' forte
ti avvicini al mare
Stai piangendo
Ti entro nel cervello e ti raggiungo il cuore
Proprio in fondo al cuore
senza pudore
per cancellare
anche il piu' nuovo amore
Respirandomi
ti vesti e sorridendo corri e poi sei fuori
Respirandomi
tu metti in moto l'auto ed accarezzi i fiori
Lontano una sirena e poi nessun rumore
Dolore e una gran gioia che addolcisce il male
Fra tanta gente nera una cosa bella
tu a me uguale
(tu a me uguale)
Respirandoci
Uh... Uh Uh... Uh Uh...
Respirandoci
guardiamo le campagne che addormenta il sole
(Respirandoci)
le fresche valli i boschi e le nascoste viole
(Respirandoci)
le isole lontane macchie verdi e il mare
i canti delle genti nuove all'imbrunire
i canti delle genti nuove all'imbrunire
i canti delle genti nuove all'imbrunire


Si viaggiare
quel gran genio del mio amico
lui saprebbe cosa fare
lui saprebbe come aggiustare
con un cacciavite in mano fa miracoli
ti regolerebbe il minimo
alzandolo un po'
e non picchieresti in testa
cosi' forte no
e potresti ripartire certamente
non volare ma viaggiare
si viaggiare
evitando le buche piu' dure
senza per questo cader nelle tue paure
gentilmente senza fumo con amore
dolcemente viaggiare
rallentando per poi accellerare
con un ritmo fluente di vita nel cuore
gentilmente senza strappi al motore
e tornare a viaggiare
e di notte con i fari illuminare
chiaramente la strada
per saper dove andare con coraggio
gentilmente gentilmente
dolcemente viaggiare
quel gran genio del mio amico
con le mani sporche d'olio
capirebbe molto meglio meglio certo
di buttare riparare
pulirebbe forse il filtro
soffiandoci un po'
scinderesti poi la gente
quella chiara dalla no
e potresti ripartire
certamente non volare ma viaggiare
si viaggiare
evitando le buche piu' dure
senza per questo cadere nelle tue paure
gentilmente senza fumo con amore
dolcemente viaggiare
rallentando per poi accellerare
con un ritmo fluente di vita nel cuore
gentilmente senza strappi al motore
e tornare a viaggiare
e di notte con i fari illuminare
chiaramente la strada
per saper dove andare
con coraggio gentilmente gentilmente
dolcemente viaggiare


Vento nel vento
Io e te io e te
perché io e te
qualcuno ha scelto forse per noi
mi son svegliato solo
poi ho incontrato te
l'esistenza un volo diventò per me
E la stagione nuova
dietro il vetro che appannava fiorì
tra le tue braccia calde
anche l'ultima paura morì
Io e te vento nel vento
io e te nodo nell'anima
stesso desiderio di morire e poi rivivere
io e te...


Un'avventura
non sara' un'avventura
non puo' essere soltanto una primavera
questo amore non e' una stella

che al mattino se ne va
oh no no no no no no
non sara' un'avventura
questo amore fatto solo di poesia
tu sei mia tu sei mia
fino a quando gli occhi miei

avran luce per guardare gli occhi tuoi
innamorato sempre di piu'
in fondo all'anima per sempre tu
perche' non e' una promessa

ma e' quel che sara'
domani e sempree
sempre vivra' sempre vivra'
sempre vivraaa' sempre vivra'
no non sara' un'avventura
un'avventura
non un fuoco che col vento puo' morire
ma vivra' quanto il mondo
fino a quando gli occhi miei
avran luce per guardare gli occhi tuoi
innamorato sempre di piu'
in fondo all'anima per sempre tu
perche' non e' una promessa
ma e' quel che sara'
domani e sempree
sempre vivra'
perche' io sono innamorato
e sempre di piu'
in fondo all'anima
ci sei per sempre tu
perche' non e' una promessa
ma e' quel che sara'
domani e sempree
sempre vivra' sempre vivra'
sempre vivra' sempre vivra'


Il leone e la gallina


La gallina coccodè
spaventata in mezzo all'aia
fra le vigne e i cavolfiori
mi sfuggiva gaia
Penso a lei e guardo te
che già tremi perchè sai
che fra i boschi o immezzo ai
fiori presto mia sarai
Arrossisci finchè vuoi
corri fuggi se puoi
Ma...
ah...
non servirà
Ma...
ah...
non servirà (STACCO)
C'era un cane un pò barbone
che legato alla catena
mi ruggiva come un leone
ma faceva pena
Penso a lui e guardo me
che minaccio chissà che
mascherato da leone
ma ho paura di te
Arrossisci tu che puoi
io ruggisco se vuoi
Ma...
ah...
cosa accadrà
Ma...
ah...
cosa accadrà (STACCO)
Sono io che scelgo te
o sei tu che scegli me
Sembra quasi un gran problema
ma il problema non c'è
Gira gira la gran ruota
e la terra non è vuota
Ad ognuno la sua parte
Saper vivere è un arte
Arrossisci finchè vuoi
corri fuggi se puoi
Ma...
ah...
non servirà
Ma...
ah...
non servirà


Il mio canto libero
in un mondo che
non ci vuole piu'
il mio canto libero
sei tu
e l'immensita'
si apre intorno a noi
al di la del limite
degli occhi tuoi
nasce il sentimento
nasce in mezzo al pianto
e s'innalza altissimo
e va
e vola sulle accuse della gente
a tutti i suoi retaggi indifferente
sorretto da un'anelito d'amore
di vero amore
in un mondo che
prigioniero e'
respiriamo liberi
io e te
e la verita'
si offre nuda a noi
e limpida e' l'immagine
ormai
nuove sensazioni
giovani emozioni
si esprimono purissime
in noi
la veste dei fantasmi
del passato
cadendo lascia il quadro immacolato
e s'alza un vento tiepido d'amore
di vero amore e riscopro te
dolce compagna che
non sai domandare ma sai
che ovunque andrai
al fianco tuo mi avrai
se tu lo vuoi
in un mondo che
prigioniero e'
respiriamo liberi
io e te
e la verita'
si offre nuda a noi
e limpida e' l'immagine
ormai
nuove sensazioni
giovani emozioni
si esprimono purissime
in noi
la veste dei fantasmi del passato
cadendo lascia il quadro immacolato
e s'alza un vento tiepido d'amore
di vero amore e riscopro te
du du du du du
du du du du du


Il nostro caro angelo
la fossa del leone
e` ancora realta`
uscirne e`
impossibile per noi
e` uno slogan
falsita`
il nostro caro
angelo
si ciba di
radici e poi
lui dorme nei
cespugli sotto
gli alberi
ma schiavo non
sara` mai
gli specchi
per le allodole
inutilmente a terra
balenano ormai
come prostitute che
nella notte vendono
un gaio cesto
di amore che
amor non e` mai
paura alienazione
e non quello
che dici tu
le rughe han troppi
secoli oramai
truccarle non
si puo` piu`
il nostro
caro angelo
e` giovane lo sai
le reti il volo
aperto gli
precludono
ma non rinuncia mai
e cattedrali
oscurano
le bianche ali
bianche non
sembran piu`
ma le nostre
aspirazioni il
buio filtrano
traccianti luminose
gli additano il blu
Il tempo di morire
motocicletta
dieci acca-pi
tutta cromata
e' tua se dici si
mi costa una vita
per niente la darei
ma ho il cuore malato
e so che guarirei
non dire no
non dire no
non dire no no no
non dire no ah ah ah
lo so che ami un altro
ma che ci posso fare
io sono un disperato
perche' ti voglio amare
perche' ti voglio amare
perche' ti voglio amare
perche' ti voglio amare
stanotte, adesso, si...
mi basta il tempo di morire ih ih ah
fra le tue braccia cosi'
domani puoi dimenticare domani
ma adesso, adesso dimmi di si
non dire no
non dire no
non dire no no no
prendi tutto quello che ho
mi basta il tempo di morire
fra le tue braccia cosi'
domani puoi dimenticare, domani
adesso adesso dimmi di si
adesso dimmi di si si
adesso dimmi di si
adesso dimmi di si si si si
eh eh eh eh eh eh eh eh eh eh eh eh...
uh uh...
(Instrumental)
non dire no
non dire no
non dire no ueha
non dire no ah
lo so che ami un altro
che ci posso fare
io sono un disperato
perche' ti voglio amare
perche' ti voglio amare
perche' ti voglio amare
perche' ti voglio amare
stanotte, adesso, si...
mi basta il tempo di morire
fra le tue braccia cosi'
domani puoi dimenticare domani
si ma adesso, adesso dimmi di si
adesso dimmi di si
adesso dimmi di si
adesso dimmi di si
uh, dimmi di si...
si...
che ci posso fare
io sono un disperato
perche' ti voglio amare
io sono un disperato
perche' ti voglio amare
io sono un disperato
uh yeh eh
uh, sono un disperato...
perche' ti voglio amare!...


Il vento
cara son le otto del mattino
e tu ancora stai dormendo
ho gia' fatto le valigie
e adesso sto scrivendo
questa lettera per te
ma non so che cosa dire
e' difficile spiegare
quel che anch'io non so capire
ma fra poco me ne andro'
e mai piu' ritornero'
io ti lascio sola
ah quando s'alza il vento
ah quando s'alza il vento
no piu' fermare non si puo'
dove vado non lo so
quanto male ti faro'
no non ti svegliare mai
no non ti svegliare mai
cara son le otto del mattino
e tu ancora stai dormendo
ho gia' fatto le valigie
e adesso sto scrivendo
questa lettera per te
ma non so che cosa dire
e' difficile spiegare
quel che anch'io non so capire
ma fra poco me ne andro'
e mai piu' ritornero'
io ti lascio sola
ah quando s'alza il vento
ah quando s'alza il vento
no piu' fermare non si puo'
dove vado non lo so
quanto male ti faro'
no non ti svegliare mai
no non ti svegliare mai


Innocenti evasioni

Che sensazione di leggera follia
sta colorando l'anima mia
immaginando preparo il cuscino qualcuno
è già nell'aria qualcuno
sorriso ingenuo profumo
Il giradischi le luci rosse e poi
champagne ghiacciato e l'avventura può iniziare ormai
accendo il fuoco e mi siedo vicino qualcuno
stasera arriva qualcuno
sorrido e intanto che fumo
Ma come mai tu qui stasera
ti sbagli sai non potrei
non aspettavo ti giuro nessuno
strana atmosfera
ma cosa dici mia cara
non sono prove no oh no
un po' di fuoco per scaldarmi un po'
e poca luce per sognarti no
Siediti qui accanto anima mia
ed abbandona la tua gelosia se puoi
combinazione ho un po' di champagne se vuoi amore
come sei bella amore
sorridi e lasciati andare
chi può bussare a quest'ora di sera
sarà uno scherzo o un amico e chi lo sa
no non alzarti chiunque sia
si stancherà amore
come sei bella amore
ho ancora un brivido in cuore
Ma come mai tu qui stasera
ti sbagli sai non potrei
Insieme a te sto bene
che cosa vuoi da me, cosa pretendi da me. se.e' giusto non lo so, elementari si e no.
la donna e'.donna e tu una donna sei, che importa cosa fai. resta qui con
me finche' vuoi che da mangiare c'e'. insieme a te sto bene tra le braccia tue cosi''
adesso non parlare anch'io sai
no ho avuto piu' di quel
che ora tu mi dai. tu prima
eri sola il tempo corre e.vola. oh non spiegarmi chi sei perche' vai sempre bene per.me.
la donna e' donna donna e tu una donna sei, che importa cosa fai. resta
qui' con me finche' vuoi che freddo non avrai mai. insieme a te sto bene tra le braccia tue cosi'
adesso non parlare anch'io sai no ho avuto piu' di quel che ora tu mi dai.


Io vivrò
Che non si muore per amore
è una gran bella verità
perciò dolcissimo mio amore
ecco quello quello che
da domani mi accadrà
Io vivrò senza te
anche se ancora non so
come io vivrò
senza te
io senza te
solo continuerò
io dormirò
mi sveglierò
camminerò
lavorerò
qualche cosa farò
qualche cosa farò
sì qualche cosa farò
qualche cosa di sicuro io farò
piangerò
io piangerò
E se ritorni nella mente
basta pensare che non ci sei
che sto soffrendo inutilmente
perchè so io lo so
io so che non tornerai
Senza te
io senza te
solo continuerò
e dormirò
mi sveglierò
camminerò
lavorerò
qualche cosa farò
qualche cosa farò
qualche cosa farò
qualche cosa di sicuro io farò
piangerò
sì io piangerò
io piangerò
Io piangerò


Io vorrei non vorrei ma se vuoi
dove vai quando poi resti sola
il ricordo come sai non consola
quando lei se ne ando' per esempio
trasformai la mia casa in un tempio
e da allora solo oggi
non farnetico piu' a guarirmi chi fu
ho paura a dirti che sei tu
ora noi siamo gia' piu' vicini
io vorrei non vorrei ma se vuoi
come puo' uno scoglio arginare il mare
anche se non voglio torno gia' a volare
le distese azzurre e le verdi terre
le discese ardite e le risalite
su nel cielo aperto
e poi giu' il deserto
e poi ancora in alto
con un grande salto
dove vai quando poi resti sola
senza ali tu lo sai non si vola
io quel di' mi trovai per esempio
quasi sperso in quel letto cosi' ampio
stalattiti sul soffitto
i miei giorni con lei
io la morte abbracciai ho paura a dirti
che per te mi svegliai
oramai tra di noi solo un passo
io vorrei non vorrei ma se vuoi
come puo' uno scoglio arginare il mare
anche se non voglio torno gia' a volare
le distese azzurre e le verdi terre
le discese ardite e le risalite
su nel cielo aperto
e poi giu' il deserto
e poi ancora in alto
con un grande salto


L'aquila

il fiume va guardo più in là
un 'automobile corre
e lascia dietro sè
del fumo grigio e me
e questo verde mondo
indifferente perchè
da troppo tempo ormai
apre le braccia a nessuno
come me che ho bisogno
di qualche cosa di più
che non puoi darmi tu
un 'auto che va
basta già a farmi chiedere se io vivo
mezz 'ora fa mostravi a me
la tua bandiera d'amore
che amore poi non è
e mi dicevi che io dovrei cambiare
per diventare come te
che ami solo me
ma come un 'aquila può
diventare aquilone
che sia legato oppure no
non sarà mai di cartone
cosa son io non so
ma un'auto che vo
basta già a farmi chiedere se io vivo
il fiume va
sa dove andare
guarda più in la
in cerca d'amore
un 'automobile corre
non ci son nuove terre
e lascia dietro sè
del fumo grigio a me
e questo verde mondo
indifferente perchè
da troppo tempo ormai
apre le braccia a nessuno
come me che ho bisogno
di qualche cosa di piÙ
che non puoi darmi tu
e un 'auto che va
basta già a farmi chiedere seio vivo


Mi ritorni in mente
Mi ritorni in mente
bella come sei
forse ancor di piu'.
Mi ritorni in mente
dolce come mai
come non sei tu.
Un angelo
caduto in volo
questo tu ora sei
in tutti i sogni miei
come ti vorrei
come ti vorrei.
Ma c'e' qualcosa
che non scordo
ma c'e' qualcosa
che non scordo
che non scordo...
quella sera
ballavi insieme a me
e ti stringevi a me
all'improvviso
mi hai chiesto
lui chi e'
lui chi e'
un sorriso
e ho visto la mia fine
sul tuo viso
il nostro amor
dissolversi nel vento
ricordo sono morto in
un momento
Mi ritorni in mente
bella come sei
forse ancor di piu'.
Mi ritorni in mente
dolce come mai
come non sei tu.
Un angelo
caduto in volo
questo tu ora sei
in tutti i sogni miei
come ti vorrei
come ti vorrei.
Ma c'e' qualcosa
che non scordo
ma c'e' qualcosa
che non scordo
che non scordo...


Nel cuore e nell'anima
Nel mio cuor,
nell'anima
c'e` un prato verde
che mai
nessuno ha mai
calpestato, nessuno,
se tu vorrai conoscerlo
cammina piano perche`
nel mio silenzio
anche un sorriso
puo` fare rumore.
Nel mio cuor,
nell'anima
tra fili d'erba vedrai
ombre lontane
di gente sola
che per un attimo
e` stata qui
e che ora amo perche`
se n'e` andata via
per lasciare un
posto a te,
per lasciare un
posto a te.


Nel sole nel vento nel sorriso e nel pianto
Mio padre disse
ragazzo mio
se vuoi andare addio
mia madre disse
bambino mio
ti guidera' iddio
oh
la solitudine
si paga in lacrime
e l'ho pagata anch'io
ma se ho vissuto poi
se sono un uomo ormai
lo devo a lei
la donna che
e' insieme a me
perche' lei
e' vicino a me
nel sole e nel vento
nel sorriso e nel pianto
oh oh
lei e' vicino a me
con tutto il suo cuore
con tutto il suo amore
in ogni istante
in ogni momento
oh oh oh
io tutto questo
lo devo a lei
io lo devo a lei
perchè lei
è vicino a me
nel sole e nel vento
nel sorriso e nel pianto
oh oh
lei e' vicino a me
con tutto il suo cuore
con tutto il suo amore
in ogni istante
in ogni momento
oh oh oh


Nessun dolore
Come sembri
un po' stupito
perche' rimango qui
indifferente
come se
tu non avessi
parlato
quasi come se tu
non avessi
detto niente
ti sei
innamorato
cosa c'e' cosa c'e'
che non va
io dovrei percio'
soffrire da adesso
per ragioni ovvie
di orgoglio e
di sesso
e invece niente no
non sento niente no
nessun dolore
non c'e' tensione
non c'e' emozione
nessun dolore
Quand'eri indeciso
combattuto
tra l'abbracciare me
o la vita
ti ricordi i miei
silenzi pesanti
che tu credevi
gelosia
per inesistenti
amanti allora
gia' intuivo
che c'era qualcosa
che mi sfuggiva
quella fragile eterea
coerenza
di bambino
senza troppa
pazienza
non sento niente no
adesso niente no
nessun dolore
non c'e' tensione
non c'e' emozione
nessun dolore
non sento niente no
adesso niente no
nessun dolore
non c'e' tensione
non c'e' emozione
nessun dolore
e il vetro
non e' rotto
dal sasso
ma dal braccio
esperto
di un ingenuo
gradasso
l'applauso per
sentirsi importante
senza domandarsi
per quale gente
tutte le occhiate
maliziose che davi
eran semi
sparsi al vento
qualcosa che perdevi
e m'inaridivi
e m'inaridivi
e m'inaridivi
non sento niente no
adesso niente no
nessun dolore
non c'e' tensione
non c'e' emozione
nessun dolore
non sento niente no
adesso niente no
nessun dolore
non c'e' tensione
non c'e' emozione
nessun dolore
nessun dolore no!
nessun dolore no!
nessun dolore no!
non c'e' tensione
non c'e' emozione
nessun dolore!
nessun dolore
nessun dolore
nessun,
nessun dolore
nessun dolore
nessun dolore
nessun dolore


Nessuno nessuno
Seguo l'autostrada e.dietro me daIla nebbia esce un faro, la luce mi sorpassa e se ne va,
perche' io mi sento ancor piu' solo. Vedo una stazione aperta Faccio il
pieno signore poi riprendo a guidare solo, solo. Nessuno, nessuno dentro e.fuori di me
piu' nessuno c'e'. Nessuno, nessuno non ho piu' neanche te piu' neanch
te, no, non ho piu' neanche te. (Nessuno)tro e.fuori di me (Nessuno) lo
nebbia c'e' (Nessuno) dentro
e fuori di me sono sol, sol. Una linea gialla davanti a.me, bi
ndi i.tuoi capelli oro, e piove piano in.fondo agli occhi miei ormai io non vedo piu' il suolo.
Stringo le mie mani e.prego, mi perdoni Signore, forse tu lo pu
(Nessuno) tro e.fuori di me (Nessuno) ehi no, no, no (Nessuno) dentro e fuori di me,
Nessuno nessuno dentro e.fuori di me piu' nessuno c'e' nessuno, nessuno dentro


Non è Francesca
ti stai sbagliando
chi hai visto non e'
non e' francesca
lei e' sempre a casa che aspetta me
non e' francesca
se c'era un uomo poi
no non puo' essere lei
francesca non ha mai chiesto di piu'
chi sta sbagliando son certo sei tu
francesca non ha mai chiesto di piu'
perche'.. lei vive per me
come quell'altra e' bionda pero'
non e' francesca
era vestita di rosso lo so'
ma non e' francesca
se era abbracciata poi
no non puo' essere lei
francesca non ha mai chiesto di piu'
chi sta' sbagliando son certo sei tu
francesca non ha mai chiesto di piu'
perche'..... lei vive per me
lei vive per me


Orgoglio e dignità
senza te senza piu' radici ormai
tanti giorni in tasca
tutti li' da spendere
perche' alle tre non c'e'
forse ha un poco di paura
che precede l'avventura
eppure io ero stanco apatico
non c'era soluzione
ma si che ho fatto bene
ma perche' adesso senza te
mi sento come un sacco vuoto
come un coso abbandonato
orgoglio e dignita'
lontano dal telefono se no si sa
e no
un po' di serieta'
aspetta almeno un'attimo
oh oh oh oh oh oh
(Instrumental)
senza te leggero senza vincoli
sospeso in mezzo all'aria
come un elicottero
perche' nell'aria piu' non c'e'
quel mistero affascinante
che eccitava la mia mente
orgoglio e dignita'
lontano dal telefono se no si sa
e no
un po' di serieta'
aspetta almeno un'attimo
oh oh oh oh oh oh


Pensieri e parole
che ne sai di un bambino che rubava
e soltanto nel buio giocava
e del sole che trafigge i solai
che ne sai
e di un mondo tutto chiuso in una via
e di un cinema di periferia
che ne sai della nostra ferrovia
che ne sai
conosci me
la mia realta'
tu sai che oggi morirei
per onesta'
conosci me
il nome mio
tu sola sai s'e' vero o no
che credo in dio
che ne sai tu di un campo di grano
poesia di un'amore profano
la paura d'esser preso per mano
che ne sai
l'amore mio
e' roccia ormai
e sfida il tempo e si da al vento
e tu lo sai
si tu lo sai
davanti a me
c'e' un'altra vita
la nostra
e' gia' finita
e nuove notti
e nuovi giorni
cara vai o torni con me
davanti a te
ci sono io
o un altro uomo
e nuove notti e nuovi giorni
cara non odiarmi se puoi
conosci me
quel che darei
perche' negli altri ritrovassi
gli occhi miei
che ne sai di un ragazzo che ti amava
che parlava e niente sapeva
eppur quel che diceva chissa' perche'
chissa' adesso e' verita'
davanti a me
c'e' un'altra vita
la nostra
e' gia' finita
e nuove notti
e nuovi giorni
cara vai o torni con me
davanti a te
ci sono io
o un altro uomo
e nuove notti
e nuovi giorni
cara non odiarmi se puoi


Per una lira
Per una lira
io vendo tutti i sogni miei
per una lira
ci metto sopra pure lei
e' un affare sai
basta ricordare
di non amare
di non amare
Amico caro
se c'e' qualcosa che non va
Se ho chiesto troppo
tu dammi
pure la meta'
e' un affare sai
basta ricordare
di non amare
di non amare...
Per una lira
se c'e' qualcosa che non va
Se ho chiesto troppo
tu dammi pure la meta'
e' un affare sai
basta ricordare
di non amare
di non amare...


Perchè no
in un grande magazzino una volta al mese, spingere un carrello pieno sotto braccio a te
e parlar di surgelati, rincarati
far la coda mentre sento che
ti appoggi a me
prepararsi alla partenza con gli sci e scarponi, essersi svegliati presto prima delle sei
e fermarsi in trattoria, per un panino
e restar due giorni a letto
non andar piu' via
perche' no, perche' no, perche' no
perche' no, scusi lei mi ama o no
non lo so pero' ci sto
comperar la terra i semi e qualche
grande vaso
coltivare un orto
sul balcone insieme a te
chi rubo' la mia insalata
chi l'ha mangiata
e rincorrerti sapendo
quel che vuoi da me
chieder gli opuscoli turistici
della mia citta'
e con te passare il giorno
a visitar musei
monumenti e chiese, parlando inglese
e tornare a casa a piedi
dandoti del lei
perche' no, perche' no, perche' no
perche' no, scusi lei mi ama o no
non lo so pero' ci sto
perche' no, perche' no, perche' no
perche' no, scusi lei mi ama o no
non lo so pero' ci sto, pero' ci sto



Una donna per amico
puo' darsi ch'io non sappia cosa dico
scegliendo te una donna per amico
ma il mio mestiere e' vivere la vita
che sia di tutti i giorni
sconosciuta
ti amo forte debole compagna
che qualche volte impara
e a volte insegna
l'eccitazione e' il sintomo d'amore
al quale non sappiamo rinunciare
le conseguenze spesso fan soffrire
a turno ci dobbiamo
consolare
e tu amica cara mi consoli
perche' ci ritroviamo
sempre soli
ti sei innamorato di chi?
troppo docile non fa' per te
lo so' divento antipatico
ma e'sempre meglio che ipocrita
daccordo fai come vuoi
i miei consigli mai
mi arrendo fa come vuoi, ci ritroviamo
come al solito poi
ma che disastro io mi maledico
ho scelto te, una donna per amico
ma il mio mestiere e' vivere la vita
che sia di tutti i giorni
sconosciuta
ti odio forte debole compagna
che poche volte impara
e troppo insegna
non c'e'una gomma ancor che non si buca
il mastice sei tu mia vecchia amica
ooh, la pezza sono io ma che vergogna
che importa tocca a te
avanti sogna
ti amo forte debole compagna
che qualche volta impara
e a volte insegna
mi sono innamorato si un po'
rincoglionito non dico no
per te son tutte un po' squallide
la gelosia non e' lecita
quello che voglio lo sai
non mi fermerai
che menagramo che sei eventualmente poi
sempre ridere poi...
ma che disastro io mi maledico
ho scelto te, una donna per amico
ma il mio mestiere e' vivere la vita
che sia di tutti i giorni
sconosciuta
ti amo forte debole compagna
che qualche volta impara
e a volte insegna.


Una giornata uggiosa
sogno un cimitero di campagna e io la'
all'ombra di un ciliegio in fiore
senza eta'
per riposare un poco
due o trecento anni
giusto per capir di piu' a placar
gli affanni
( Instrumental )
sogno al mio risveglio
di trovarti accanto
intatta con le stesse mutandine rosa
non piu' bandiera
di un vivissimo tormento
ma solo l'ornamento di una bella sposa
ma che colore ha
una giornata uggiosa
ma che sapore ha
una vita mal spesa
ma che colore ha
una giornata uggiosa
ma che sapore ha
una vita non spesa
( Instrumental )
sogno di abbracciare un amico vero
che non voglia vendicarsi su di me
di un suo momento amaro
e gente giusta che rifiuti
di esser preda
di facili entusiasmi e
ideologie alla moda
ma che colore ha
una giornata uggiosa
ma che sapore ha
una vita mal spesa
ma che colore ha
una giornata uggiosa
ma che sapore ha
una vita non spesa
( Guitar solo )
ma che colore ha
ma che sapore ha
sogno il mio paese infine dignitoso
un fiume con i pesci vivi a un'ora
dalla casa
e non sognare la nuovissima zelanda
fuggire via da te brianza velenosa
ma che colore ha
una giornata uggiosa
ma che sapore ha
una vita mal spesa
ma che colore ha
una giornata uggiosa
ma che sapore ha
una vita non spesa
( Instrumental )
ma che colore ha
ma che sapore ha
ma che colore ha
ma che sapore ha
ma che colore ha
ma che sapore ha