WhatsApp Chiamate: come funzionano
A cura di Cristiano Ghidotti

WhatsApp Chiamate, per telefonare gratis

WhatsApp non è più solo un'applicazione per la messaggistica istantanea. Il servizio, oltre a consentire le chat tra gli utenti, in forma privata o di gruppo, permette infatti da tempo di inviare messaggi vocali, immagini, video e link. L'elenco delle funzionalità offerte si allunga ora con l'introduzione delle Chiamate.

Questa particolare caratteristica, in fase di test da qualche tempo, consente di effettuare telefonate gratis ai propri contatti, sfruttando la connessione Internet del dispositivo utilizzato. In altre parole, si tratta di un sistema per la comunicazione VoIP.

Come abilitare le Chiamate di WhatsApp

Nel momento in cui viene scritto questo tutorial le Chiamate di WhatsApp sono disponibili esclusivamente per gli utenti Android. La prima cosa da fare per testarle è scaricare la più recente versione dell'app dal Play Store, se non fosse ancora disponibile è possibile prelevare il file APK direttamente dal sito ufficiale del servizio.

Una volta portato a termine il download del file APK è necessario installarlo manualmente, accertandosi di aver abilitato l'opzione "Origini sconosciute" all'interno della sezione "Sicurezza" tra le "Impostazioni". A questo punto, dopo aver lanciato l'applicazione, comparirà la voce "Chiamate" nella parte superiore sinistra dell'interfaccia, vicino a "Chat" e "Contatti", proprio come mostrato dallo screenshot seguente. 

segue art. accanto > 

Chiamate di WhatsApp: come telefonare

Inoltrare una telefonata con WhatsApp è molto semplice: basta accedere alla sezione "Chiamate" dalla schermata principale, poi premere il pulsante a forma di cornetta con il simbolo "+" posizionato in alto a destra, per veder comparire la selezione del contatto da chiamare.

Dopodiché non resta che scegliere la persona desiderata dalla lista e attendere la sua risposta. In qualsiasi momento è possibile interrompere la telefonata attraverso il pulsante rosso (visibile nell'immagine seguente), mentre perrispondere è

necessario trascinare lo slide che compare in basso sullo schermo.

Cronologia delle chiamate

Proprio come avviene con il dialer delle telefonate tradizionale, anche WhatsApp permette di consultare in qualsiasi momento la cronologia delle chiamate. Disposti in ordine cronologico, dal più recente al più datato, gli elementi mostrano il nome della persona presente in rubrica, l'immagine del profilo, l'orario dell'ultima interazione e la tipologia, ovvero se si tratta di un contatto in entrata oppure in uscita. Per eliminarli è sufficiente aprire il menu opzioni (icona a forma di tre puntini in alto a destra) e selezionare la voce "Svuota lista chiamate". 

Telefonare con WhatsApp: quanto costa? 

segue art. accanto >  

Come già detto, utilizzare le chiamate di WhatsApp è completamente gratis. All'utente non sono infatti applicati prezzi o tariffe, ma è doveroso fare un paio di precisazioni. Innanzitutto, non è consentito di telefonare a numeri fissi o cellulari (come invece avviene con altre applicazioni, una su tutte Skype), ma solamente a coloro che già hanno attivato la funzionalità. Se questo rientri nei piani futuri dell'azienda al momento non è dato a saperlo. Inoltre, va tenuto in considerazione che effettuare chiamate vocali sfruttando al connessione Internet ha un peso in termini di traffico dati. Ciò non rappresenta alcun problema quando si è collegati ad una rete WiFi, ma in mobilità è bene tenerne conto, in modo da non eccedere nell'utilizzo della feature e non esaurire in fretta la banda messa a disposizione dal proprio operatore, settimanalmente o mensilmente.

Da un test effettuato con Nexus 4 (Android 5.0.1 Lollipop) su rete mobile dell'operatore 3, è risultato che un minuto consuma 540 kB circa, ovvero 5,4 MB ogni dieci minuti e poco più di 32 MB ogni ora. Si tenga in considerazione questo dato se con il passare del tempo si nota un eccessivo impiego del traffico 3G o 4G. Attenzione alle truffe L'abilitazione di Chiamate WhatsApp è assolutamente gratuita, dunque è bene diffidare da tutti coloro che richiedono un pagamento per l'attivazione della funzionalità. Su Android, per un paio di settimane, la caratteristica è stata resa accessibile solo dopo aver ricevuto una telefonata, ma ora non è più così: basta installare la versione più recente dell'app, come riportato all'inizio del tutorial. Per quanto riguarda invece iOS e Windows Phone, non resta che attendere. Sugli iPhone la feature sarà disponibile a breve, entro qualche settimana stando a quanto hanno dichiarato i vertici del servizio, mentre per i telefoni con la piattaforma mobile di Microsoft non è stata resa nota alcuna tempistica. Sviluppi futuri Per il futuro il team al lavoro su WhatsApp potrebbe introdurre altre funzionalità, al momento comunque non ancora annunciate o confermate. Da non escludere l'ipotesi di poter assistere al lancio delle videochiamate o, come già accennato in questo tutorial, al supporto per le telefonate verso numeri fissi o cellulari di tutto il mondo con tariffe economiche e vantaggiose.