musica
Tutte le altre notizie su questo argomento le trovi nella pagina BLOG


Addio al grande chansonnier

Charles Aznavour nasce il 22 maggio 1924 a Parigi. Cantante, cantautore e attore figlio di immigrati armeni, il suo vero nome è Shahnour Vaghinagh Aznavourian. Nella sua lunghissima carriera ha collezionato i soprannomi di "Frank Sinatra della Francia", o anche "Charles Aznavoice"; ha registrato dischi e cantato in sei lingue differenti, esibendosi in tutti gli angoli del globo. I genitori lo inseriscono nel mondo teatrale parigino in giovanissima età. Già dall'età di nove anni assume nome d'arte di Aznavour. Il colpo di fortuna arriva quando viene scoperto da Edith Piaf, che lo porta in tournée in Francia e negli Stati Uniti. La maggior parte delle oltre 1.000 canzoni scritte e cantate di Aznavour parlano d'amore. Alla base del suo rapido successo mondiale c'è sicuramente il fatto di essere poliglotta: Aznavour canta infatti in lingua francese, inglese, italiana, spagnola, tedesca e russa. All'attività di cantautore Aznavour ha affiancato una carriera di attore di tutto rispetto che lo ha portato a recitare in oltre 60 pellicole: l'esordio arriva nel 1960 in "Tirate sul pianista", di François Truffaut. Altre partecipazioni da ricordare sono "And then there were none" (1974, tratto da un romanzo di Agatha Christie) e "Ararat" (2002, del regista armeno Atom Egoyan). Tra le innumerevoli star internazionali con cui ha duettato ricordiamo Liza Minnelli, Compay Segundo e Celine Dion. In Italia ha collaborato con Iva Zanicchi, Mia Martinie Laura Pausini. Spesso impegnato per azioni umanitarie e raccolte benefiche, moltissimo ha fatto per l'Armenia, suo paese d'origine: dal 1995 è Ambasciatore itinerante dell' Armenia presso l'Unesco, dal 2004 è Eroe nazionale dell'Armenia, dal 2009 è ambasciatore dell'Armenia in Svizzera. Tra i numerosissimi riconoscimenti ricevuti in carriera c'è anche la Legion D'Onore francese. Ha scritto due libri autobiografici: "I giorni prima. Il mio palcoscenico, la mia vita" (2004) e "A voce bassa" (2010). Charles Aznavour si è spento alla veneranda età di 94 anni il 1° ottobre 2018, a Mouriès, in Francia.


È morta Aretha Franklin

Era la "regina del soul" e la più grande cantante di sempre.

Aretha Franklin, la più grande cantante di tutti i tempi secondo molti giudizi della storia, è morta oggi a 76 anni a casa sua a Detroit, dopo i gravi problemi di salute avuti negli ultimi mesi, sui quali non aveva fornito molti dettagli. Franklin, passata alla storia come "regina del soul", era una delle più celebri personalità della cultura popolare del Novecento, una di quelle talmente famose da essere chiamate soltanto per nome. Tra gli anni Sessanta e Settanta incise alcune delle più famose canzoni soul di sempre, come "Respect", "Think" e "You Make Me Feel (Like A Natural Woman)", e collaborò e duettò praticamente con chiunque valesse la pena collaborare e duettare. Tra le molte cose che fece, una di quelle ricordate con più affetto fu l'apparizione nel film The Blues Brothers, nei panni di una proprietaria di fast food severa e spigolosa. L'anno scorso aveva annunciato la sua decisione di smettere quasi completamente di esibirsi dal vivo, e all'inizio di quest'anno aveva dovuto cancellare alcuni concerti - tra cui uno a Newark per il suo 76esimo compleanno - su suggerimento dei medici. Franklin cominciò a cantare gospel nel coro della New Bethel Baptist Church di Detroit, dove suo padre era pastore, e a 18 anni aveva già firmato un contratto con la Columbia, etichetta con cui ebbe i primi successi prima di sfondare sotto la Atlantic alla fine degli anni Sessanta. Nella sua lunghissima carriera vinse 18 premi Grammy e vendette decine di milioni di dischi, diventando tra le altre cose la prima donna a entrare nella Rock and Roll Hall of Fame nel 1987. Nacque il 25 marzo 1942 a Memphis, in Tennessee, da un padre predicatore e una madre pianista e cantante. Ma a cinque anni si trasferì con la famiglia a Detroit, poco prima che sua madre se ne andasse a Buffalo lontano dal marito, ormai diventato una celebrità religiosa, ma anche un alcolista, violento e infedele. Dalla metà degli anni Cinquanta, Franklin seguì il padre in tour per gli Stati Uniti, cantando e suonando il piano al suo seguito. Fu qui che cominciò a mettere in mostra la sua voce straordinaria, con un'estensione e un'intonazione rari e il timbro caldo e profondo che la contraddistinse per tutta la carriera. Registrò le prime canzoni a 15 anni, quando aveva già partorito il suo secondo figlio (il primo lo aveva avuto a 12 anni). Lasciò la scuola, ma insieme a quella religiosa la sua prima adolescenza le trasmise anche una coscienza politica, che prese forma intorno alle discriminazioni quotidiani che doveva vivere una donna afroamericana. Negli anni successivi sarebbe diventata amica di Martin Luther King, che aiutò a organizzare la Marcia su Washington. Nel 1968 cantò "Precious Lord" al suo funerale. Il suo primo disco soul con la Columbia uscì nel 1961 con il nome di Aretha: With The Ray Bryant Combo, che ebbe un discreto successo, ma fu soprattutto negli anni seguenti, con alcune canzoni più pop, che si fece un nome. Nel 1966 cambiò etichetta, e fece bene: con la Atlantic portò la sua prima canzone tra le prime dieci nella classifica di Billboard, "I Never Loved a Man (The Way I Love You)", e il disco omonimo la fece sfondare. Nel 1968, con Lady Soul e Aretha Now, diventò presto uno dei più grandi nomi della musica soul: contenevano canzoni come "I Say a Little Prayer" e "Chain of Fools", ancora oggi tra le sue più famose. "Respect" e "Think", la prima una cover di Otis Redding, diventarono degli inni del femminismo e dei diritti degli afroamericani. A giugno di quell'anno, Franklin finì sulla copertina di Time. Assieme al successo, negli anni Sessanta arrivarono anche i primi esaurimenti nervosi che l'avrebbero accompagnata per tutta la sua vita, dovuti al suo primo, violento marito o ai problemi che le dava il padre. Negli anni successivi cominciarono anche i primi problemi di salute, legati a frequenti drastiche perdite di peso, a periodi di dipendenza dall'alcol e al suo incallito tabagismo. Gli anni Settanta furono quelli di "Spanish Harlem" e "Day Dreaming", e di dischi come Spirit in the Dark e Gifted & Black. Negli anni Ottanta e Novanta, quando la musica soul aveva perso la popolarità trasversale dei decenni precedenti, Franklin continuò a sfornare dischi e a collaborare con alcuni dei più grandi nomi del jazz e del pop mondiale, da George Benson a George Michael, presenziando a cerimonie ufficiali, concerti commemorativi ed eventi speciali, dal Super Bowl alla cerimonia di insediamento di Barack Obama nel 2009. Nel 1998, il tenore italiano Luciano Pavarotti avrebbe dovuto cantare ai Grammy, ma si diede malato: con un preavviso di venti minuti, Franklin cantò al posto suo "Nessun dorma", della Turandot di Giacomo Puccini. Tutto spostandosi in auto: aveva molta paura di volare, e non prese nessun aereo tra il 1982 e il 2016, quando secondo alcuni giornali volò da Detroit a Chicago.

Negli ultimi anni aveva avuto diversi problemi di salute, ma aveva smentito di aver avuto un cancro al pancreas come avevano scritto molti giornali


90 anni e non sentirli... mi riferisco a quelli di Burt Bacharach, uno dei compositori più famosi del ventesimo secolo. Le sue melodie memorabili, le colonne sonore di tanti film, ci hanno fatto sognare ed apprezzare la sua musica, che varia dal jazz al pop, dalla musica brasiliana al rock. Ancora oggi il musicista e compositore nato a Kansas City, nel Missouri il 12 maggio del 1928, è uno degli artisti più celebrati al mondo, e malgrado la sua veneranda età, ci allieta e delizia, con i suoi concerti, in tour nelle più grandi città degli Stati uniti e dell'Europa. 

Tutte le notizie, le date dei concerti, la biografia e quant'altro li trovate nel sito: "bacharachonline.com/Vi consiglio inoltre la pagina Facebook molto frequentata dagli appassionati del grande Maestro:   "the music of burt bacharach - Italian Official Fans Club"


Ti piacerebbe imparare a suonare la chitarra?

ecco un metodo semplice per imparare attraverso un prontuario accordi. Scarica il pdf del prontuario sul tuo computer, clicca sul download in basso e buon divertimento.

nel video di seguito ecco un accordatore per chitarra

Quelli che seguono sono solo alcuni dei miei brani musicali preferiti, cliccando su ascolta mp3 potete ascoltarli sul player che si aprirà in un'altra pagina da dove potete anche scaricarli sul vostro dispositivo, nel frattempo potete continuare la navigazione su questo sito o altro.


Aphrodite Clild - Rain and tears


Asha Puthli - The Devil Is Loose


Blues Brothers - Everybody Need Sombody To Love


C. Santana - Black Magic Woman


Celia cruz - La Vida Es Una Carnival 


Cock Robin - Just Around The Corner


Commodores - Easy 


Deep Purple - Child In Time


Doobie Brothers - Long Train Runnin 


Earth Wind and Fire - Fantasy


Frank Sinatra - My Way


Imagination - Just An Illusion 


Simple Minds - Don't You Forget About Me


J.J. Cale - Cocaine


Yes - Owner Of A Lonely Heart


Foreigner - I Want To Know What Love Is 


Kim Carnes - Betty Davis Eyes


Level 42 - Lessons In Love


Lionel Richie - All Night Long 


Spandau Ballet - True


Talk talk - Its My Life


Toto - Hold The Line


Leonard Cohen - Hallelujah


Aretha Franklin - You make me feel  like


Prince - Purple Rain