fai da te

Come inserire Facebook sul vostro telefonino

Tenendo conto naturalmente di possedere un telefonino di recente o nuova generazione, accedere allo Store del vostro sistema operativo (Google Play Store per Android, Apple Store per iOS, Windows Phone Store per Windows Phone) e ricercare l'app ufficiale di "Facebook". Successivamente, aprite sull'icona dell'app che comparirà in cima all'elenco e poi accedete alla funzione di installazione e quindi del download. A fine download, l'applicazione si auto-installerà sul vostro telefonino, confermando il buon esito della transazione. Fatto ciò, aprite l'applicazione (facilmente riconoscibile per l'icona f del social network, e inserite le vostre credenziali (email e password del vostro account di Facebook). Quindi, cliccate su "Accedi": davanti a voi comparirà la schermata iniziale del social network, con gli avvenimenti principali, la bacheca e tutte le principali opzioni di utilizzo che hanno reso il prodotto di Mark Zuckerberg un must have per centinaia di milioni di persone in tutto il mondo. Nel caso in cui non siete ancora utenti di Facebook, e necessitate di effettuare una registrazione al social network, niente paura. Sarà sufficiente accedere all'apposita sezione di registrazione o se preferite farlo attraverso il browser del proprio smartphone: collegatevi dunque alla pagina facebook.com e premete il pulsante "Crea nuovo account". Compilate il modulo che apparirà utilizzando i vostri dati personali, e scegliete se confermare l'iscrizione al social network attraverso il vostro indirizzo di posta elettronica o attraverso il vostro numero di cellulare. Impostate la password che desiderate utilizzare per poter avere accesso al proprio account, aggiungete data di nascita e sesso, e premete su "Registrazione". Una volta superato questo scoglio così come avviene con la registrazione da piattaforma web da personal computer dovrete comunque integrare i form con alcune informazioni personali (eventuali) come quelli relativi all'istruzione, al lavoro, e così via. Successivamente, potrete cercare di individuare nuovi amici iscritti a Facebook, e aggiungerli dunque alla propria lista dei contatti. Potete saltare ogni passaggio sopra anticipato attraverso l'apposito pulsante "Salta", e recuperare un secondo momento tali attività. Infine, valutate se utilizzare una foto del profilo e salvate tutte le impostazioni che avete scelto di personalizzare. Ebbene, avete finito il nostro approfondimento su come mettere Facebook sul cellulare e, finalmente, siete pronti ad utilizzare l'app.Seconda intestazione



Alimentatore ATX
Alimentatore ATX

Avete un alimentatore ATX per PC perfettamente funzionante ma inutilizzato e messo da parte? In questo articolo vi spiego come trasformarlo in un alimentatore da banco multiuso in quanto provvisto di 3 uscite di cui: +3, +5, +12 volt 

Questo il materiale che ho usato oltre all'alimentatore ATX: 6 boccole femmina da pannello 3 rosse e 3 nere, un interruttore on/off (non in foto e anche di piccole dimensioni), 6 capicorda con il foro dove infilerete i cavi da minimo 5/6 mm.  e una spia a led a 12 o 3 volt ma, siete liberi comunque di realizzarlo come volete e secondo le vostre esigenze, quello descritto è solo puramente indicativo.

Dopo la trasformazione, potrete utilizzarlo per vari scopi e per alimentare varie apparecchiature che necessitano di tali voltaggi, come autoradio, piccoli amplificatori, barre a led e persino per caricare il vostro cellulare inserendo una o più prese usb . Naturalmente occorrerà smontare il coperchio svitando le 4 viti di fissaggio prima di procedere alla modifica. Una volta aperto dovrete eliminare tutti quei cavi che non interessano dipende se scegliete di utilizzare anche le tensioni d'uscita negative. Nell'immagine accanto vedete il connettore principale di tipo ATX (quello che va collegato alla scheda madre del pc), c'è ne sono di 2 tipi: a 20 e a 24 pin.

Prima di procedere tagliate dalla testa del connettore, (vedi foto 1) il filo verde (PS ON 4° da sinistra) ed uno nero (COM 3° o 5° sempre da sinistra) scegliete voi quale). Questi due fili uniti con un mammut o un barilotto da elettricisti (vedi foto 2 e 3), vi serviranno per far accendere l'alimentatore sfruttando così l'interruttore preesistente accanto la presa di corrente, oppure collegandoli ad un interruttore a parte se il vostro alimentatore ne è sprovvisto. Personalmente malgrado il mio alimentatore fosse fornito di interruttore ho preferito aggiungerne un altro con accanto una spia led a 12 volt, vedrete dopo la realizzazione dell'adesivo del mio frontale e dell'alimentatore ultimato. 

Figura 1                                  Figura 2                                Figura 3

Quella che segue è la versione che ho preferito per la realizzazione del mio alimentatore.

A questo punto procedete ad effettuare tutti i collegamenti per avere le varie tensioni. Tagliate i fili rimasti rosso, giallo e arancione a circa 25-30 cm dal circuito dell'alimentatore eliminando così cavo in eccesso e tutti i connettori ad essi collegati, raggruppate tutti i fili per colore tranne quelli neri, questi ultimi divideteli in 3 gruppi (grosso modo saranno circa 5 per gruppo, nel mio erano 15 in totale). Spellate tutti i fili per c.a. 3 cm, riuniteli e saldateli ai capicorda. Se al vostro alimentatore volete anche collegare una o più prese usb per caricare il cellulare o un piccolo Hub usb, ricordatevi che dovete utilizzare un filo rosso (+5 volt) e uno nero (negativo) dell'alimentatore che andrà collegato ai fili rosso e nero della usb o Hub. Adesso prendete il coperchio dell'alimentatore prendete le misure precise per poter collocare le boccole femmina, 3 rossi e 3 neri forate il coperchio nel punto dove non toccano nessuna parte del circuito stessa cosa per inserire l'interruttore e la spia. Decidete quindi dove montare le usb o l'Hub o nel pannello anteriore, per cui dovrete trovare posizionamento e spazio per le viti di fissaggio oppure montarlo successivamente di lato, soluzione scelta per il mio alimentatore. A questo punto saldate i fili nell'ordine: arancio e nero nelle prime due boccole, rosso e nero nella seconda coppia di boccole e giallo e nero nelle ultime boccole (io ho preferito quest'ordine ma, potete seguire un ordine diverso a vostro piacimento ad esempio al contrario partendo dal giallo sino all'arancione. Fissate e collegate l'interruttore di cui parlavo prima (filo verde e nero) e la spia. Per quest'ultima se decidete di inserirla, ricordate di escludere prima di collegare tutti i fili, un nero e un giallo se essa è a 12 volt o un nero e un arancione se invece è a 3,3 volt, quindi chiudete il coperchio e fissatele con le viti. Il vostro alimentatore e pronto per essere utilizzato, prendete un voltmetro, meglio se digitale e controllate le tensioni di uscita dalle varie coppie di boccole, se tutto è andato a buon fine avrete per ogni coppia i 3,3, i 5 e i 12.



Quella raffigurata è la serigrafia frontale del mio alimentatore prima della foratura, per l'alloggio di tutti gli elementi come sopra descritti. 


Ecco l'alimentatore ultimato ed acceso.



Avete buona volontà ? inventiva, fantasia e capacità manuali ?amate il fai da te ?

In questo periodo di vacche magre, risparmiare e far da se è l'imperativo da seguire. A volte basta poco per risolvere quei piccoli problemi che possono sembrare insormontabili o più semplicemente realizzare qualcosa di utile per la casa, il giardino, ecc. Ecco alcuni esempi pratici e molto utili. 

Avete i woofer delle vostre vecchie casse acustiche che ormai sono andati? la sospensione esterna è crepata del tutto o in più punti? Ecco come è possibile ripararle e rigenerarle spendendo pochi euro, basterà solo un po di pazienza e di attenzione. Seguite le indicazioni e i consigli nel download che segue

Il rubinetto del vostro lavandino si è indurito o bloccato? Ecco come ripararlo, seguite le indicazioni del download che segue

Tutti bevono la Coca Cola, ma noi abbiamo trovato un altr modo furbissimo per utilizzare questa deliziosa bevanda. Prova a pulire il WC sporco con una bottiglia di Coca Cola. La Coca Cola è lievemente acida, e per questo motivo riesce a eliminare i residui di sporcizia. Utilizza uno spazzolone per strofinare leggermente. Prova questo metodo la prossima volta che dovrai pulire il WC, il tuo portafogli ringrazierà.

Naturalmente non è tutto, 

di seguito trovate i link di alcuni importanti siti che si occupano proprio di bricolage e fai da te...buon divertimento!

aggiustatutto

bricoportale

lavorincasa

ilsitodelfaidate

faidatehobby

faidate360

faidatemania.pianetadonna

bricolage-faidate

oltreversocreazioni

La cinghia della vostra serranda sta per rompersi? Provate a cambiarla seguendo semplici indicazioni che trovate nel download che segue

Dai fornelli della vostra cucina esce poco gas o non esce del tutto? Ecco il modo semplice per pulire gli ugelli, cliccando sul download

Pulire lo scaldabagno elettrico ed eliminare il calcare dalla resistenza? Nel dawnload che segue tutte le indicazioni del caso